Icona-email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Icona-Tumblr. Icona-YouTube
Fare Webserie WEBSERIEPLUS Web Series World Cup Netflix Heroes Reborn

Halloween con World Wide Webserie: brividi webseriali per la notte dei morti viventi

Martedì, 31 ottobre 2017

Ritorna la notte dei morti viventi, delle zucche, degli spiriti, delle streghe, dei vampiri, dei lupi mannari... La notte della paura, messa in piazza e (s)mascherata. La notte in cui è lecito e divertente spaventarsi e in cui anche i più fifoni spulciano i titoli del terrore per provare un po' di brivido. Ecco perché World Wide Webserie vi propone una lista da brivido, tutta webseriale



Rieccoci. È di nuovo quel periodo dell'anno e stiamo aspettando quella che probabilmente è la notte più folle di tutte, quella in cui è lecito spaventare ed è ancor più lecito spaventarsi divertendosi, quella in cui si ride in faccia alla morte. Ebbene sì, gente, è di nuovo Halloween. E Netflix ci ha fatto un grosso regalo in anticipo con la messa online di Stranger Things 2, che ho ovviamente già divorato non riuscendo a rispettare il piano del "me la guardo tutta d'un fiato la notte di Halloween". Ecco allora che per stasera vi propongo un po' di brividi webseriali, un mix di nuovo e vecchio, di nostrano e internazionale da gustare nell'attesa di andare alla festa per cui vi siete travestiti da IT o di spaventare qualche incauto pargolo che vi bussa alla porta.

Partiamo con Imaginário, tornata a casa dal Bilbao Seriesland 2017 con sotto il braccio il premio Best Sci-Fi/Fantasy/Horror, che dà un ulteriore motivo per guardarla. Imaginário è un'inquietante horror psicologico brasiliano i cui episodi sono ispirati ad alcune leggende del folclore locale (non a caso la prima stagione si intitola Mitos), in grado di intersecare realtà e immaginazione, portando a galla le paure più profonde attraverso una narrazione seriale di elevata qualità.

Che Halloween sarebbe senza lupi mannari, fantasmi, uomo nero, killer psicopatici ed esseri sovrannaturali? Non sarebbe Halloween! Ma potete trovare tutti questi ingredienti essenziali in Scary Endings, un'antologia webseriale che ha come obiettivo quello di portare su YouTube una piccola dose di terrore mensile attraverso questi "short films", brevi episodi tra loro scollegati a livello narrativo, ma uniti dalla fitta trama della paura...


E che dire di Ebersberg? Webserie tedesca ideale per chi ama il paranormale, ha in lavorazione una seconda stagione, pre-ordinabile su Netfall, che si prospetta ancora più inquietante della prima. Per Halloween vi propongo la prima stagione (visibile su YouTube), perché oggi non possono proprio mancare i fantasmi... E qui abbiamo un fantasma, un cacciatore di fantasmi e un canale YouTube...Per evitare eccessivi spoiler, vi riporto qui la descrizione ufficiale:
"The woman in white from Ebersberg will be the newest video from Youtube-ghost-hunter Andreas. But as strange things begin to happen around him, it becomes clear that something isn't right. As he learns the deadly secrets of his new project, he risks becoming the next chapter in its horrifying history". Preparatevi a un po' di pelle d'oca e, se siete dei fifoni, anche a lanciare qualche urletto...

Altra piccola perla tedesca, ahimè non visibile liberamente, è Discocalypse, disponibile solo su Studio+. Premiata un po' ovunque, da Ustica a Seoul, da Berlino, Amburgo e Giessen a Rio, da Bilbao a Vancouver passando per Londra e ottenendo nomination praticamente in tutti i festival, Discocalypse è una horror-comedy (genere perfetto per la sera di Halloween) il cui protagonista si risveglia nel bagno di un locale notturno, con i postumi di una sbronza epocale. I ricordi degli ultimi giorni sono offuscati e conducono tutti a una notte infernale fatta di zombi infetti, fuori dalla discoteca...


Navigando su YouTube potreste poi incappare in YouTube Horror Story Web Series, disponibile sia in italiano che in inglese. Si tratta di un bellissimo graphic novel che, attraverso una profonda voce narrante esterna e onnisciente, racconta storie apparentemente distanti tra loro, ma tutte "profondamente intrecciate nel filo rosso del destino e della paura".

Rientrando nei confini del nostro Stivale, ci imbattiamo in Safrom, produzione webseriale tutta italiana disponibile su Cubik e sul canale YouTube del regista. Non c'è Halloween che si rispetti senza un'epidemia zombie con i contro fiocchi, vi pare? E nella webserie di Nicola Barnaba l'epidemia è causata da un'industria farmaceutica, la Safrom. Tutto inizialmente è avvolto dal mistero, ma i pezzi del puzzle si compongono pian piano a seguito di strani messaggi radiofonici, telefoni isolati e attacchi di persone in preda alla follia.

In questo Halloween non può mancare neanche un progetto come 6IX, altro made in Italy abbastanza inquietante. Approdato online alla vigilia di San Valentino, con un primo episodio intitolato "Frattaglie!" in cui la chef Viola (Marianna di Martino) cucinava amorevolmente il cuore del suo fidanzato (Vincenzo Alfieri), la webserie è proseguita con altri cinque episodi, tutti con protagonisti dei serial killer e il loro punto di vista. C'è poco da star tranquilli, insomma...
Volete ancora un po' di "Halloween nostrano"? Allora collegatevi alla pagina della webserie italiana Bruciare Violini e attendete la messa online dello speciale di Halloween dei bardi.

Potremmo consigliarvene ancora diverse, come Telegraph Cove, ispirata a storie locali di navi scomparse nelle acque costiere del Pacifico nord-ovest, noto anche come "Il cimitero del Pacifico", o la vecchia gloria Camera Obscura, risalente al 2010 e su cui è stato anche realizzato un gioco per Android, ma anche per questo Halloween ci fermiamo qui e ci teniamo altre chicche terrificanti per l'anno prossimo. 

Non vi basta? Davvero? Molto bene, allora eccovi le liste di Halloween del 2015 e del 2016.
Buona visione e buona...Notte della paura, gente! Qui i pargoli iniziano a suonare alla porta per il "dolcetto o scherzett
o?". Inizia lo show! Aaaf, come vorrei trovare qualche faccetta travestita da Ghostbuster e non da lenzuolo...

Stranger Things 2 - via GIPHY

commenti
Commenta con Facebook o Google Plus